La storia

La prima (non provata) apparizione dei Conti di Sayn nella Storia, risale al decimo secolo. Allora, erano probabilmente dei vassalli dei Conti Palatini del Auelgau. I primi antenati dei Principi zu Sayn-Wittgenstein furono ufficialmente menzionati nel 1139. Si tratta dei Conti Heberhart e Heinrich von Sayn. I due fratelli espansero piuttosto in fretta la loro influenza, dal Mittelrhein (area della Westerwald e Koblenz), alla regione di Köln e Bonn. L´aggiunta piú importante ebbe luogo nel 13esimo secolo, quando Heinrich III il Grande sposó Mechtild di Meissen-Landberg, laquale portó in dote dei terreni appartenuti ai Conti di Turingia, ereditati dalla madre. Nell´anno 1205, Bruno von Sayn divenne arcivescovo di Köln.

I Conti di Sayn provenienti dal ramo Sponheim

Il Conte Heinrich III non ebbe eredi, perció alla sua morte, la Contea andó alla sorella Adelheid, sposa del Conte Gottfried III von Sponheim (un discendente del Conte Stephan von Sponheim, menzionato per la prima volta nel 1052). Nel 1294, i “nuovi” Conti di Sayn discendenti dal ramo Sponheim, divisero la Contea fra i fratelli Johann (il maggiore, al quale capitó Sayn), ed Engelbert (che ereditó il castello di Marienburg a Vallendar). Il ramo piú anziano della famiglia regnó a Sayn, Altenkirchen e Hachenburg fino a quando, nel 1606, il Conte Heinrich IV di Sayn-Sayn, morí senza lasciare eredi maschi.

I Conti di Sayn e di Wittgenstein

Salentin von Sayn-Vallendar (discendente del ramo cadetto della famiglia), sposó nel 1345 Adelheid, erede della Contea di Wittgenstein. I loro discendenti, i Conti di Sayn e di Wittgentein, divisero i loro possedimenti nel 1605 fra gli eredi di Ludwig il Maggiore, creando le Contee di Berleburg (dal 1792, Principi zu Sayn-Wittgenstein-Berleburg), Sayn (i Conti zu Sayn-Wittgenstein-Sayn si estinsero nel 1846), e Wittgenstein (dal 1801, Principi zu Sayn-Wittgenstein-Hohenstein).

Le Contee di Sayn-Hachenburg e Sayn-Altenkichen

I diritti di ereditá su Sayn, da parte della linea dei Sayn-Wittgenstein-Sayn, si basano sul matrimonio del Conte Wilhelm von Sayn-Wittgenstein-Sayn con Anna Elisabeth von Sayn-Sayn, nipote di Heinrich IV, ed erede della Contea di Sayn. A seguito di numerose dispute in questo ramo della famiglia, la Contea di Sayn andó nel 1648, durante la pace di Westphalia, alle due nipoti Ernestine e Johannette von Sayn-Wittgenstein-Sayn. A loro volta, esse divisero la Contea in due parti, fra le loro rispettive residenze di Hachenburg e Altenkirchen. A causa della linea di successione femminile, la Contea di Sayn-Hachenburg fece prima parte del Manderscheid-Blankenheim, poi di Kirchberg, e finalemente di Nassau-Weilburg, mentre Sayn-Altenkirchen fece parte di Sachsen-Eisenach, poi di Brandenburg-Ansbach e per finire della Prussia. Nel frattempo, mentre la cittadina di Bendorf venne divisa fra le due Contee, Sayn, la sede ancestrale della famiglia, divenne giá dal 1606, parte dell´arcivescovado di Trier.

I Principi zu Sayn-Wittgenstein- Sayn

Il Conte Christian, proveniente dalla linea collaterale di Ludwisburg dei Sayn-Wittgenstein-Berleburg, entró a far parte dell´armata russa, verso la metá del 18esimo secolo. Suo figlio, il Conte Ludwig Adolf Peter (1769-1843), che diventó in seguito Mareciallo dell´Impero russo e Generale in capo delle Armate Alleate, ebbe parecchie vittorie durante la Campagna di Russia nel 1812, come quella contro Oudinot (1767-1847- duca di Reggio e maresciallo della Grande Armata di Napoleone), a Kliastitzy. Grazie alla sua vittoria a Polotsk, salvó la cittá di Sanpietroburgo nel 1812, che gli valse l´appellativo di “salvatore di Sanpietroburgo”, ed una ricompensa di 150 000 rubli, donata dai commercianti russi della capitale. Nel 1834 ricevette dal re di Prussia (con l´approvazione dello Zar di Russia), il titolo di Principe di (Fürst von) Sayn-Wittgestein-Berleburg-Ludwisburg.

Suo figlio maggiore, Ludwig Adolf Friedrich (1799-1866), sposó in prime nozze la Principessa russa Stephanie Radziwill, laquale Principe Ludwig portó in dote 1,2 millioni di ettari, pari all´epoca, alla piú grande proprietá terriera privata in Europa. Stephanie morí prematuramente, lasciando un figlio, Peter (che non ebbe eredi), ed una figlia, Marie (che sposó in seguito il Principe Chlodwig zu Hohenlohe-Schillingsfürst, Cancelliere dell´Impero di Germania). Nel 1848 il Principe Ludwig lasció la Russia, accompagnato dalla sua seconda moglie Leonilla (1816-1918), figlia del maresciallo Principe Ivan Bariatinsky.

Al suo rientro in Germania, ricevette in dono dal re Federico Guglielmo IV di Prussia il Castello feodale di Sayn, sede ancestrale della famiglia, distrutto durante la Guerra dei Trent´Anni. Dopo il riacquisto del resto della proprietá signorile, ricevette inoltre il titolo di Principe (Fürst) zu Sayn-Wittgenstein-Sayn.Ludwig e Leonilla trasformarono l´antica residenza barocca dei Conti Boos-Waldeck, in un Palazzo neo-gotico. Il loro figlio piú giovane, Alexander, sposó Yvonne, figlia del duca francese di Blacas, e finí per ereditare la proprietá di Sayn, a seguito dei matrimoni morganatici dei sui fratelli maggiori, Peter, Ludwig e Friedrich.

Alexander si risposó, dopo la morte prematura di Yvonne, e passó gli ultimi anni della sua vita come Conte di Hachenburg, nelle residenze di Hachenburg e Friedwald, nella Westerwald. Sua madre, la Principessa Leonilla, morínel 1918 a 102 anni, nella sua casa in Svizzera. Suo nipote maggiore, Stanislaus, sposó in prime nozze Maya, Contessa di Schönborn-Wiesentheid, e dopo la morte di quest´ultima, Donna Elena Ruffo della Scaletta. Da entrambi i matrimoni non nacquero eredi. Per questa ragione, la proprietá passó a suo nipote Ludwig, figlio del Principe Gustav Alexander e della Baronessa Walburga von Friesen.

Nel 1942, il Principe Ludwig sposó la Baronessa austriaca Maria-Anna von Mayr-Melnhof. I suoi fratelli piú giovani, Heinrich ed Alexander, morirono in guerra. Nel 1945, il Palazzo di Sayn fù distrutto accidentalmente dai soldati tedeschi. Nel 1962 Ludwig (capo della famiglia dal 1948), morí in un incidente all´etá di 46 anni, lasciando 5 figli: Yvonne von Bolzano, il Principe Alexander, Elisabeth Baronessa von Senden, Teresa Contessa von Kageneck, ed il Principe Peter, sposato con l´attrice Sunnyi Melles.Alexander diventó dunque il capo della famiglia, ed il settimo Principe (Fürst) zu Sayn-Wittgenstein-Sayn. Sua madre, la Principessa Maria-Anna, si è stabilita da tanti anni in Austria, la sua patria, ed è diventata una fotografa rinomata.