IL PALAZZO

Nel 14esimo secolo, i Signori di Reiffenberg (funzionari amministratori dei Conti di Sayn), costruirono, ai piedi della collina feudale, un´altro castello, che fu poi aquisito per via matrimoniale dai conti Boos von Waldeck, nel 1753. Quando il principe Ludwig zu Sayn-Wittgenstein-Sayn, e la sua bella sposa russa Leonilla, tornarono nel 1848 ad installarsi nella terra di famiglia, ricomprarono la proprietá ed i beni dal conte Clemens Boos von Waldeck.

Schloss Sayn

La casa signorile in stile barocco, costruita attorno ad un nucleo tardo-medioevale, fu ristrutturata e trasformata in un palazzo principesco. Il famoso architetto francese Girard (1806-1872), lo stesso che poi divenne intendente generale del Louvre a Parigi, fu incaricato dei lavori, e, secondo il volere del Principe, optó per lo stile neo-gotico, nel pieno spirito dell´epoca. Riuscí cosí a creare un insieme unito ed armonioso, che suscitó la meraviglia dei contemporanei. Alquanto particolare risulta l´utilizzo di elementi architettonici in ghisa, provenienti dalla locale fonderia di Sayn. Il re di Prussia, Federico-Guglielmo IV, durante la sua visita al palazzo nel 1851, disse di essere “completamente sorpreso, in totale ammirazione e molto compiaciuto”.

Schloss Sayn

Commenti altrettanto positivi giunsero anche da suo fratello Guglielmo, futuro imperatore di Germania, il quale, entusiasta, scrisse nel Libro d´Oro del 1857: ”…è veramente un palazzo da fiaba!”. Il Palazzo, enormemente danneggiato dai soldati tedeschi prima della fine della guerra nel 1945, finí poi definitivamente in rovina. A grazie ad una crescente presa di coscienza dell´importanza del valore patrimoniale dell´architettura neo-gotica, il Palazzo venne dichiarato monumento storico di interesse nazionale, assolutamente da restaurare.

Schloss Sayn

Negli ultimi anni, importanti sovvenzioni giunte essenzialmente dal governo della Renania-Palatinata, permisero di mettere in piedi un ambizioso progetto di restauro che ha ridato vita al Palazzo. Dopo i lunghi lavori, terminati nel 2000, il principe Alexander e la Principessa Gabriela zu Sayn-Wittgentein-Sayn, sono felici ed orgogliosi di poter presentare al pubblico, il Palazzo riportato al suo antico splendore. Con la collina feudale ed il parco, lo Schloss Sayn è infatti il centro di un ideale paesaggio romantico.

Der Garten der Schmetterlinge und das Neue Museum Schloss Sayn sind zur Zeit geschlossen. 

Leider müssen wir Ihnen mitteilen, dass der Garten der Schmetterlinge sowie das Neue Museum Schloss Sayn aufgrund der behördlichen Anordnung der 12. Coronabekämpfungsverordung des Landes Rheinland-Pfalz vom 02. November 2020 bis zunächst einschließlich 30. November 2020 für Besucher geschlossen sind.

Wir informieren Sie umgehend sobald ein Ende der Schließung absehbar ist und freuen uns, Sie bald wieder hier im Kulturpark Sayn begrüßen zu können.

Mit herzlichen Grüßen

Ihre

Gabriela und Alexander Sayn-Wittgenstein